Cos’è la Medicina di Segnale 2017-04-21T02:03:17+00:00
0 Punti GIFT
abilitati alla professione
0 medici AMPAS
sostenitori dell’alimentazione di Segnale

Una Nuovo Paradigma

La Medicina di Segnale è un paradigma della medicina che pone l’accento sui meccanismi di Segnale che il nostro corpo usa per regolare la propria omeostasi. Una rigorosa scientificità, testimoniata dalla lunga lista di lavori scientifici alla base di ognuna delle nostre affermazioni, è la base di un nuovo punto di vista su molte patologie.

La Medicina di Segnale si basa, infatti, sul concetto dei segnali biologici, che sono il modo in cui chiamiamo quell’insieme di informazioni che il nostro corpo produce e riceve dall’interno e dall’esterno, e sono meccanismi che biologicamente possono essere trasmessi da sostanze come gli ormoni, dal sistema nervoso, dal microbiota, ma non solo.

La Medicina di Segnale si pone l’obiettivo di prevenire e curare le patologie stimolando i segnali biologici positivi, che portano ad un miglioramento della salute (per esempio una moderata attività sportiva, una giusta quantità di nutrienti, ed il minor uso possibile di farmaci), e diminuendo i segnali biologici negativi (per esempio l’infiammazione cronica, la malnutrizione, la sedentarietà).

Breve storia della Medicina di Segnale

La prima incarnazione della Medicina di Segnale è stata DietaGIFT: Dieta di Segnale, un regime alimentare che, tra i pochissimi, rifiutava l’impostazione restrittiva delle diete ipocaloriche, da lungo tempo dimostratesi inefficaci e pericolose. Attraverso uno studio approfondito dei delicati equilibri di leptina, adiponectina, irisina e delle complesse interazioni del sistema immunitario col cibo che mangiamo, e misurando i risultati con strumenti d’avanguardia come la bioimpedenziometria, GIFT ha messo a punto indicazioni che una volta applicate, portano a ritrovare forma, salute e serenità.

L’interesse per Dieta GIFT: Dieta di Segnale era crescente e per dimostrarlo fu istituita AMPAS (Associazione Medici per un’Alimentazione di Segnale).
Aperta a tutti i medici che sostengono ed applicano i principi dell’Alimentazione di Segnale, conta ormai più di 400 iscritti.
Gli interventi ai congressi GIFT/AMPAS e le preziose quanto strette collaborazioni hanno portato la Medicina di Segnale ad una maturità a cui nessun medico, da solo, avrebbe potuto portarla.

La Medicina di Segnale è quindi la naturale conseguenza di queste due entità: l’applicazione del concetto di Segnale Biologico alla Medicina, per una Medicina che non teme di concentrarsi su dati, evidenze e pubblicazioni ma che non lascia da parte l’individualità e la complessità del paziente, interpretandone le alterazioni in maniera nuova e concentrandosi sulla stimolazione e la regolazione fisiologica come strumenti per ritrovare l’equilibrio e la salute.

Il Segnale Biologico

Nel nostro corpo, tutto è in comunicazione. Le nostre cellule producono continuamente fattori che influenzano le cellule nelle loro immediate vicinanze ma anche il resto dell’organismo. E il resto dell’organismo risponde, direttamente o indirettamente, attraverso meccanismi di feedback.
L’idea di un organismo che si parla, certamente diffusa e trasversale a tutte le specialità mediche, è alla base del concetto di Segnale Biologico.
Il Segnale Biologico è perciò quel dato che, inserito in un contesto di corpo in comunicazione, viene interpretato in chiave evolutiva assumendo un significato nuovo.

Per esempio, la sedentarietà è un segnale biologico negativo che porta a ingrassamento non soltanto perché il sedentario bruci meno calorie, ma perché la sedentarietà non è una situazione fisiologica nella quale ci siamo evoluti. L’aumento di produzione di citochine proinfiammatorie che consegue a un lungo periodo di sedentarietà, perciò, non viene solo accettato in quanto tale, ma viene interpretato all’interno di un contesto più ampio in cui l’assenza di regolare movimento, situazione tipica di un cacciatore-raccoglitore ferito, malato, sofferente, nel quale un sistema immunitario più pronto a combattere malattie ed infezioni l’ha favorito evolutivamente rispetto a suoi simili.
Ne deriva che per combattere l’infiammazione cronica, che viene sostenuta dalla presenza di citochine proinfiammatorie in circolo, sia necessario il movimento regolare, uno dei cardini della Medicina di Segnale e un importante segnale biologico positivo.

Qualche esempio

La Medicina di Segnale è perciò una nuova chiave di lettura di dati già noti, che però assumono un diverso significato una volta interpretati come segnali di benessere, di attività, di disequilibrio, di ingrassamento.
Dieta GIFT, la Dieta di Segnale, è stata una delle prime applicazioni del concetto di segnale biologico. La leptina, importante citochina prodotta da numerosi tipi cellulari del nostro organismo, in particolar modo dagli adipociti, stimola specifici nuclei ipotalamici attivando l’asse ipotalamo-ipofisi, responsabile dell’equilibrio e della regolazione di numerosi altri organi.

La leptina viene naturalmente stimolata da diversi segnali biologici positivi, come il movimento (come detto poco fa), la normoproteicità (per favorire tonicità e crescita della massa magra, che non avviene in deperimento) e la normocaloricità (in controtendenza alle diete ipocaloriche, che portano a deplezione muscolare e a riprendere velocemente il peso perso). Tra gli organi stimolati dall’asse ipotalamo-ipofisario vi sono in particolar modo la tiroide – che regola il metabolismo basale e l’accumulo di nutrienti, l’apparato riproduttivo – che regola fertilità e l’increzione di ormoni sessuali, il surrene – che ci permette di rispondere allo stress, e l’apparato muscolare e scheletrico – che sono dinamici e non solo sostengono il nostro organismo, ma ne influenzano numerosi processi biologici.

Attraverso l’applicazione di questa strategia, con la regolazione di ghiandole, organi e processi immunitari, la Medicina di Segnale è oggi una chiave di lettura applicabile a processi patologici e strategie terapeutiche affini a numerose specialità mediche.

Il Medico di Segnale

Il Medico di Segnale è una figura con specifiche caratteristiche.
Ha svolto un percorso formativo particolare, che include il percorso dei Professionisti GIFT (medici e non) per quanto riguarda l’ambito nutrizionale, ma che in aggiunta ha una formazione che si estende a problematiche di natura medica e al modo in cui la Medicina di Segnale le interpreta e tratta.

È la figura professionale con la formazione più completa all’interno del Mondo GIFT, e l’unica figura che può applicare la Medicina di Segnale.

  • Per i Medici è disponibile un percorso formativo specifico, in parte online e in parte di persona, per una formazione di alta professionalità.
  • Per i pazienti sono disponibili numerose modalità per trovare e prendere contatti col Medico di Segnale più vicino.
Sei un paziente e cerchi un Medico di Segnale? Trova quello più vicino a te
Ti interessa Dieta GIFT – Dieta di Segnale? Vai al sito ufficiale
Sei Medico? Scopri le nostre opportunità di formazione e diventa Medico di Segnale
Vuoi sapere di più della Medicina di Segnale? Leggi il Manifesto della Medicina di Segnale
Sei un Medico interessato ad iscriversi all’AMPAS? Qui trovi come fare